Flac
Apri il menù del settore Flac

Daniel Schinasi

tutti i giovedì fino al 18 luglio

Aperta tutti i giovedì fino al 18 luglio la mostra di Daniel Schinasi

31-Omaggio SeuratTAG

Tutti i giovedì, dal 20 giugno al 18 luglio con orario 15/19 sarà aperta al pubblico la mostra antologica Daniel Schinasi. Il viaggio neofuturista organizzata da Fondazione Livorno-Arte e Cultura e allestita nei locali di Fondazione Livorno (piazza Grande 23). Curata da  Giorgio Bacci la mostra chiuderà il 18 luglio 2019.

I visitatori potranno recarsi direttamente in Fondazione o prenotare la visita telefonando alla cooperativa Diderot – Servizi per la Cultura 373.7607467. Ingresso gratuito

Con la mostra dedicata a Daniel Schinasi, Fondazione Livorno e Fondazione Livorno- Arte e Cultura, in collaborazione con la Comunità ebraica, celebrano questo artista cosmopolita, fondatore del movimento Neofuturista, esponente di grande rilievo della pittura contemporanea, che ha vissuto e lavorato molti anni a Livorno.

Lo propongono ad un pubblico di appassionati che travalica i confini della città, con un volume e un’ampia antologica in cui il viaggio attraversa la storia, la religione, i luoghi e l’attualità e diventa protagonista indiscusso di opere spesso di grandi dimensioni.

Il mondo che Schinasi osserva e restituisce al pubblico è estremamente affascinante, colorato, appassionato, intriso di innumerevoli contraddizioni e di altrettante emozioni e ricordi.

Indissolubilmente impregnata della cultura e della tradizione ebraica, la sua arte predilige quasi sempre l’essere umano e diventa impegno di vita, fusione di diverse culture, quella ebraica, con la sua ricca storia e la sua profonda tradizione, con i ricordi e i paesaggi di Alessandria d’Egitto, e quella più occidentale, con gli orrori della guerra, il mondo industriale, le sfaccettature della vita moderna nella sua quotidianità (musica, arte, sport…) ma anche con la tradizione pittorica dei grandi maestri.

Daniel Schinasi giunse a Livorno nel 1956, dopo essere stato cacciato con la sua famiglia dall’Egitto, a seguito della guerra per il controllo del canale di Suez che, per gli ebrei, ebbe come conseguenza l’allontanamento forzato dalle loro case, dal lavoro, dalle scuole, in una parola dalla loro vita.

L’artista si definisce “un ebreo della storia”, un uomo che porta le ferite di vicende drammatiche, coltivando sempre la speranza che l’uomo, prima o poi, capisca gli errori che sta continuando a commettere e ne tragga un insegnamento per il futuro.

Partendo da questo fondamentale concetto di “historia magistra vitae”, Schinasi ha sviluppato la sua ricerca artistica legandola fortemente al recupero della memoria e dell’identità ebraica, in difesa di perseguitati e oppressi e con un marcato impegno personale per la pace e la lotta contro ogni discriminazione, l’antisemitismo in primis.

L’evento, dunque, è anche un’occasione per riflettere, attraverso l’arte, su valori universali, comuni a tutti gli uomini.

Oggi Daniel Schinasi, ebreo sefardita di famiglia livornese, vive e lavora a Nizza e soggiorna spesso in Toscana.

La mostra è stata inaugurata giovedì 17 gennaio 2019 e resterà aperta fino al 18 luglio 2019.

info@flartecultura.it

tel. 0586 826133

Leggi anche

Volontariato

Nuovi strumenti per sostenere il volontariato

Webinar di Fondazione Livorno, 26 febbraio 2021 ore 16

Le associazioni del volontariato sono sempre più utili e insostituibili per integrare le prestazioni del servizio pubblico, soprattutto nel settore sociale e socio sanitario. Ma la platea di cittadini che è dovuta ricorrere al sostegno delle associazioni del terzo settore si è drammaticamente allargata...

Volontariato

Bando per le “comunità educanti”: 20 milioni di euro per intercettare i bisogni di bambini e adolescenti sui territori

I progetti devono essere presentati esclusivamente on line entro il 30 aprile 2021

Il “Bando per le comunità educanti”, promosso da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, è rivolto al mondo del Terzo settore e si propone di identificare, riconoscere e valorizzare le comunità educanti, intese come comunità locali di attori (famiglie, scuola, singoli individui, reti sociali,...

Educazione

Liliana Segre e Goti Bauer, la forza di due nonne testimoni della Shoah

https://youtu.be/w6NPy46qchw

  video intervista a Liliana Segre video intervista a Goti Herskovitz Bauer La presentazione del volume Il dovere della parola. La Shoah nelle testimonianze di Liliana Segre e di Goti Herskovitz Bauer, di Marina Riccucci e Laura Ricotti, pubblicato da Fondazione Livorno, ha introdotto stamani la cerimonia di...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi