fbpx
Arte e cultura
Apri il menù del settore Arte e cultura

Conferenza stampa di presentazione del progetto “Un violino per amico” con l’Istituto Musicale P. Mascagni

img_55

Lunedì 10 ottobre, alle ore 11.30, presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, Piazza Grande 21 (ingresso Via San Francesco), si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto Un violino per amico.
Interverranno il Presidente della Fondazione Luciano Barsotti insieme al Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” Giulio Cesare Ricci
e al Direttore dell’Istituto, Maestro Stefano Agostini. E’ prevista l’esibizione di un bambino allievo della scuola.
L’importanza dell’esperienza musicale in età precoce è ormai universalmente riconosciuta perché la naturalezza dell’approccio allo strumento musicale dei bambini favorisce sia la crescita della persona che lo sviluppo del talento.
E l’Istituto Mascagni vanta una consolidata esperienza nel settore dell’educazione musicale, essendo uno dei pochi conservatori italiani ad avere una classe dedicata alla propedeutica musicale. Sono più di 50 i bambini della scuola primaria che già frequentano i corsi di strumento e di propedeutica musicale.
Quest’anno l’offerta didattica dell’Istituto si arricchisce grazie al progetto “Un violino per amico” finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno e fortemente voluto dal Presidente Ricci. Il progetto, elaborato dal Direttore dell’Istituto, Maestro Stefano Agostini, è rivolto ai bambini più piccoli e prevede corsi di Children Music Laboratory per bambini di 3 anni e corsi di violino con metodo Suzuki per bambini di 4 e 5 anni.
Ai bambini che si iscriveranno sarà affidato un violino, gratuitamente, per il primo anno di corso, e sarà donata una valigetta con il kit necessario al laboratorio musicale.
I nuovi corsi saranno gestiti in collaborazione con il Centro Musicale Suzuki di Firenze (diretto dalla Prof.ssa Virginia Ceri), unica scuola Suzuki presente sul territorio toscano, che garantirà con docenti specializzati l’applicazione del metodo riconosciuto dall’Istituto Suzuki italiano.

Il metodo Suzuki
Il metodo Suzuki insegna a crescere attraverso la musica ma soprattutto promuove il dialogo, l’integrazione delle differenze; sviluppa l’empowerment, la fiducia nelle proprie capacità, ma non è competitivo, viene considerato una prassi educativa non violenta, una pedagogia di pace ed ha riscosso e continua ancora a riscuotere un notevole successo e riconoscimenti in tutto il mondo. La fascia d’età alla quale si rivolge, stabilita dalla scuola Suzuki italiana, è compresa tra i 3 e i 13 anni.
Secondo l’ideatore del metodo, l’educatore e filosofo giapponese Shiniki Suzuki (1898-1998), per sviluppare le capacità strumentali di un bambino occorre fornirgli un ambiente musicale adatto, ma soprattutto un buon insegnante, abile, esperto e sensibile, che sappia adeguare la sua didattica alle esigenze dell’allievo e non viceversa.

Leggi anche

Arte e cultura

Perché fare il volontario del Senso del Ridicolo

Imparare non è mai stato così divertente

Il Senso del Ridicolo non è solo un’importante manifestazione culturale, profondamente legata all’identità del nostro territorio, riconosciuta e apprezzata in tutta Italia. Il Festival dell’Umorismo è anche una grande opportunità di formazione aperta agli studenti e a qualsiasi persona che voglia fare il volontario...

Arte e cultura

Il Senso del Ridicolo 2019 in 5 parole

Tutto quello che abbiamo amato della quarta edizione del Festival dell’Umorismo

La quarta edizione del Senso del Ridicolo è terminata. Non possiamo che riconfermare il successo di questo evento unico in Italia, che trova in Livorno e nei livornesi, una sponda fertile su cui crescere rigoglioso. È superfluo dire che ognuno dei 22 protagonisti ha...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi