Arte e cultura
Apri il menù del settore Arte e cultura

Start Livorno e i tre giorni dedicati all’arte: la Fondazione aperta venerdì

img_249

Anche Fondazione Livorno aprirà i suoi spazi espositivi, venerdì 27 giugno, con tre visite guidate gratuite (ore 16,30-17,30- 18,30) alla sua collezione di opere d’arte, per partecipare alla seconda edizione di START LIVORNO. La manifestazione dedicata all’arte che per tre giorni consecutivi – giovedì 26, venerdì 27 e sabato 28 giugno – farà vivere la città all’insegna della cultura e della creatività, torna dopo il successo dello scorso anno, organizzata dall’associazione culturale Blob Art, curata da Alice Barontini e Laura Bonito e realizzata con la collaborazione del Comune di Livorno. Un vero e proprio festival cittadino che vedrà coinvolte alcune delle gallerie, fondazioni, associazioni e sedi espositive tra le più impegnate nella promozione dell’arte moderna e contemporanea sul territorio. Un modo per rispondere attivamente alle esigenze culturali dei livornesi ma anche un evento capace di mettere in rete la maggior parte dei luoghi dedicati all’arte nel centro città. Ad aprire il calendario ricco di eventi sarà un appuntamento organizzato all’interno del Premio Combat, in occasione del tradizionale ciclo di incontri SuperVisioni. Nella sala convegni del Museo di Storia Naturale di Villa Henderson, dove ha trovato sede la sezione scultura/installazione delle opere del Combat Prize (premio internazionale d’arte dislocato su tre importanti sedi: Museo Fattori, Granai di Villa Mimbelli e, appunto, Museo di Storia Naturale) andrà in scena un incontro aperto al pubblico con il saggista trasversale Alessandro Dal Lago e con l’accademica dell’arte Serena Giordano, autori del libro L’artista e il potere. Episodi di una relazione equivoca (Il Mulino, 2014). Da venerdì 27 giugno, spazio alle mostre. I linguaggi messi in scena spazieranno dalla pittura alla scultura, dalla fotografia alla video-arte, fino ad arrivare alla grafica e a installazioni site specific, con una novità rispetto allo scorso anno: non solo arte contemporanea ma anche arte moderna, in un grande ed emozionante dialogo-confronto tra passato e presente. Si potrà visitare il vernissage della collettiva «Mediterraneo» allo Studio d’Arte dell’Ottocento, al finissage della mostra di Salvatore Emblema alla Galerie 21, alla collettiva «Open Art» della galleria Le Stanze e prender parte alla conferenza con mostra sul Surrealismo da Guastalla Centro Arte. Ma non finisce qui. Sabato sarà infatti la volta della mostra di Pinelli, Simeti, Spagnulo alla Galleria Giraldi, dell’inaugurazione della personale di Sandro Martini all’associazione culturale Factory Art Design e del vernissage-evento «Io-Robot» allo Studio 70m2. Altri luoghi da visitare: Museo Fattori, Granai di Villa Mimbelli, Museo di Storia Naturale di Villa Henderson, Factory Associazione culturale, Galerie 21, Galleria Giraldi, Centro Arte Guastalla, Galleria Le Stanze, Studio architettura 70m2, Studio d’Arte dell’800.

Leggi anche

Arte e cultura

Annullata l’edizione 2020 del Festival sull’Umorismo

Gli Organi di Fondazione Livorno e Fondazione Livorno-Arte e Cultura hanno deciso di annullare l’edizione del Festival “Il senso del ridicolo” del 2020. “È stata una scelta assai sofferta, frutto di una lunga riflessione – spiegano Luciano Barsotti, Presidente di Fondazione Livorno e Olimpia...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi