fbpx
Arte e cultura
Apri il menù del settore Arte e cultura

È un magnifico viaggio a Livorno la mostra fotografica di Tatge

“Luci di Livorno” apre il Festival dell'Umorismo 2019

A Livorno la mostra fotografica di Tatge  3

Inaugura a Livorno la mostra fotografica di Tatge che ritrae da sud a nord paesaggi, architetture, storia e quotidianità della nostra città. L’appuntamento è giovedì 26 settembre alle ore 18:00, al Museo della Città. Curata da Stefania Fraddanni, giornalista, autrice, nonché responsabile comunicazione di Fondazione Livorno, la mostra fotografica, si chiama “Luci di Livorno”. È ad ingresso gratuito, termina il prossimo 6 gennaio ed ecco perché non puoi perdertela per niente al mondo.

A Livorno la mostra fotografica di Tatge - Manifesto

Nel programma del Festival dell’Umorismo

Innanzitutto “Luci di Livorno” è la mostra che arricchisce, come ogni anno, il programma de “Il Senso del Ridicolo”, e si trova in uno dei luoghi più importanti del festival. Per cui se parteciperai anche ad uno solo degli appuntamenti del Festival dell’Umorismo 2019, la mostra sarà così vicina da meritare un passaggio.

Resti dell’antico Cantiere “Luigi Orlando” - "Luci di Livorno" - George Tatge

Resti dell’antico Cantiere “Luigi Orlando” – “Luci di Livorno” – George Tatge

Imperdibile George Tatge a Livorno

Bando alle considerazioni pragmatiche, la mostra di George Tatge su Livorno merita una visita apposita e approfondita anche da chilometri di distanza. Non capita spesso di ospitare in città un fotografo di fama internazionale, cittadino del mondo, direttore tecnico-fotografico, dal 1986 al 2003, della prestigiosa Fratelli Alinari di Firenze, la più antica azienda operante nella fotografia e nella comunicazione visiva.

Dal Metropolitan Museum di New York alla Maison Européenne de la Photographie di Parigi, le opere di Tatge fanno parte di importanti collezioni. Le sue mostre personali, “Presenze – Paesaggi italiani” del 2008 e “Italia Metafisica” del 2015, hanno girato l’Italia. Molti i premi ricevuti e innumerevoli e prestigiose le mostre a cui ha partecipato: The American Academy a Roma nel 1981, MASP di Sao Paulo, Brasile nel 1988, Biennale di Venezia nel 1995, Museo Peggy Guggenheim di Venezia nel 2005, Reiss-Engelhorn Museum a Mannheim nel 2003, The George Eastman House a Rochester nel 2004 e MA- XXI di Roma nel 2007, per citarne solo alcune.

Terme del Corallo - "Luci di Livorno" - George Tatge

Terme del Corallo – “Luci di Livorno” – George Tatge

Il racconto di una città che non ti aspetti

Ma la vera ragione per cui non puoi perderti “Luci di Livorno” è che ti perderesti un viaggio magnifico, originale, metafisico in una città che ha colpito l’artista dal primo momento in cui l’ha vista.

“Livorno è una città illuminata, una città di luce. Per questo ho scelto di venire nei giorni in cui ero sicuro di trovare un cielo limpido, con poche nuvole. Le visioni che ho voluto interpretare risultano più forti ed esaltate da questo sole. Tranne poche eccezioni: come la foto del moro, per la quale ho atteso un cielo nuvoloso, di luce diffusa e grigia a far da sfondo alla scultura” confida Tatge.

Le reti - "Luci di Livorno" - George Tatge

Le reti – “Luci di Livorno” – George Tatge

Un “percorso di sensazioni, sulle tracce di una presenza spirituale animistica con cui cerca di interloquire” racconta Fraddanni, un viaggio mai scontato perché capace di mettere insieme scene di ordinaria quotidianità e architetture senza tempo, linee geometriche contrastanti, antichi splendori della storia cittadina e un presente diviso fra decadenza e sviluppo. Un racconto paziente e meticoloso scandito dall’inclinazione dei raggi solari, costruito con il suo banco ottico 13X18cm Deardorff, che riuscirà a sorprendere tutti, ma soprattutto chi la città la vive ogni giorno.

Via Giordano Bruno - "Luci di Livorno" - George Tatg

Via Giordano Bruno – “Luci di Livorno” – George Tatge

Un racconto che puoi approfondire e conservare nel catalogo “Luci di Livorno”, disponibile al Museo della Città durante la mostra, con l’intervista a George Tatge fatta dalla curatrice Stefania Fraddanni e gli approfondimenti del professor Carlo Sisi e della ricercatrice Olimpia Vaccari.

Il Mercato del Pesce - "Luci di Livorno" - George Tatge

Il Mercato del Pesce – “Luci di Livorno” – George Tatge

Leggi anche

Arte e cultura

Perché fare il volontario del Senso del Ridicolo

Imparare non è mai stato così divertente

Il Senso del Ridicolo non è solo un’importante manifestazione culturale, profondamente legata all’identità del nostro territorio, riconosciuta e apprezzata in tutta Italia. Il Festival dell’Umorismo è anche una grande opportunità di formazione aperta agli studenti e a qualsiasi persona che voglia fare il volontario...

Arte e cultura

Il Senso del Ridicolo 2019 in 5 parole

Tutto quello che abbiamo amato della quarta edizione del Festival dell’Umorismo

La quarta edizione del Senso del Ridicolo è terminata. Non possiamo che riconfermare il successo di questo evento unico in Italia, che trova in Livorno e nei livornesi, una sponda fertile su cui crescere rigoglioso. È superfluo dire che ognuno dei 22 protagonisti ha...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi