Arte e cultura
Apri il menù del settore Arte e cultura

Presentazione pubblicazione “Il Libeccio e Livorno. Un viaggio tra cultura, storia e scienza”

img_3

Il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno Avv. Luciano Barsotti e il Direttore dell’Istituto di Biometeorologia del CNR Prof. Giampiero Maracchi, presenteranno venerdì 27 marzo, alle ore 17.00 presso la Sala del Balì di Via Borra 25, il volume Il Libeccio e Livorno. Tra cultura, storia e scienza. Pubblicato dalla casa editrice Sillabe, il libro esamina, sotto vari aspetti, l’intenso rapporto che Livorno ha sempre avuto con il libeccio, il vento che così intensamente ha condizionato la storia e la cultura della città.
Il volume è curato dal personale del Centro di Meteorologia Marina e Monitoraggio Ambientale del Mediterraneo (CoMMA-Med) che rappresenta un’estensione specifica del LaMMA (Laboratorio per la Meteorologia e la Modellistica Ambientale) con sede presso l’Istituto Tecnico Nautico “A. Cappellini” di Livorno ed è stato istituito nel 2003 dall’Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IBIMET-CNR) di Firenze in collaborazione con la Regione Toscana e la Provincia di Livorno.
Il Libeccio e Livorno. Tra cultura storia e scienza propone un viaggio nel tempo attraverso la descrizione di alcune burrasche, tempeste, temporali, trombe marine e tsunami che si sono intrecciati con la storia antica e recente della città, con l’obiettivo di valutare se libecciate e altri eventi meteomarini estremi abbiano subìto cambiamenti in frequenza, intensità o tipologia di effetti. Lo studio fornisce inoltre informazioni di fondamentale importanza per chi quotidianamente deve affrontare il mare e costituisce un utile supporto per la progettazione e la realizzazione di strutture esposte alla forza del vento e dei frangenti.
Particolarmente importante, sotto il profilo storico, è la parte dedicata agli ex voto del Santuario di Montenero, arricchita da un interessante apparato fotografico. Completa il volume un’appendice con tabelle riassuntive degli eventi antichi e moderni riportati sulle testate giornalistiche dal 1646 alla fine del 2005, e una dettagliata descrizione di una testimonianza oculare del tremendo terremoto e maremoto abbattutosi sulla città labronica nel 1742. Bellissime le foto dedicate al libeccio.
Il Centro di Meteorologia opera nella raccolta ed elaborazione near-real time dei dati meteo ambientali e nella previsione di dettaglio a scala locale, fornendo la modellistica dei fenomeni in atto, il monitoraggio ambientale marino e costiero, l’analisi e l’interpretazione delle immagini satellitari.
Le sue attività sono di carattere operativo e sperimentale; in particolare riguardano la validazione dei principali modelli meteomarini, l’implementazione di un sistema di previsione meteomarino e la realizzazione di una rete di monitoraggio marino e costiero.
Particolarmente interessante e idoneo per l’attività di formazione degli studenti, è il taglio peculiare con cui questo lavoro di ricerca ha ricostruito alcuni tratti della storia livornese.

Leggi anche

Arte e cultura

L’accelerazione pericolosa dell’emergenza climatica

La testimonianza fotografica di Fabrizio Sbrana in mostra fino all'8 gennaio 2023

E’ stata inaugurata ieri nella suggestiva cornice del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo la mostra fotografica del fororeporter Fabrizio Sbrana  +2° Accelerazione pericolosa. Promossa da Fondazione Livorno e Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con la collaborazione di Fondazione Piaggio e Museo di...

Arte e cultura

+2° Accelerazione pericolosa. Martedì 8 novembre l’inaugurazione della mostra al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

Le fotografie di Fabrizio Sbrana raccontano gli effetti devastanti della crisi climatica nel mondo

Sarà inaugurata martedì 8 novembre alle ore 17.00, al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di via Roma 234, la mostra di fotografie di Fabrizio Sbrana intitolata +2° Accelerazione pericolosa. Promossa e realizzata da Fondazione Livorno e Fondazione Livorno – Arte e Cultura, con...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi