Salute
Apri il menù del settore Salute

Si inaugura la stagione di concerti per pazienti e pubblico esterno all’ospedale di Livorno

img_58

Domenica 23 ottobre, ore 17.00, presso la Chiesa di San Giuseppe agli Spedali Riuniti di Livorno (Viale Alfieri) riprende la programmazione di Musica agli Spedali Riuniti, fortunata stagione di concerti ad ingresso gratuito organizzati all’interno della struttura ospedaliera livornese da A.Gi.Mus. Livorno-Firenze e dall’USL 6 di Livorno. L’iniziativa è stata presentata giovedì 20 ottobre in una conferenza stampa, durante la quale sono intervenuti la Dott.ssa Elena Cerini, responsabile del progetto musica in ospedale per l’USL 6 di Livorno, il M° Luca Provenzani, Presidente di A.Gi.Mus. Livorno-Firenze e direttore artistico della stagione e il M° Stefano Agostini, direttore dell’ISSM “P.Mascagni” di Livorno.
La manifestazione, realizzata con il sostegno di USL 6 di Livorno, Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno e Cooplat, è giunta quest’anno alla sua seconda edizione e si aprirà con un programma all’insegna dei nuovi talenti.
L’Orchestra AgimusArte, diretta dal M° Carlomoreno Volpini, accompagnerà in veste di solisti alcuni giovani musicisti nell’ambito degli strumenti a fiato. Alla tromba si esibirà Luca Betti, quindicenne vincitore del “Premio Crescendo 2011” per la sezione fiati, riconoscimento che si è aggiudicato partecipando nella categoria A – solisti fino a 15 anni di età. Al clarinetto invece si esibirà Irene Marraccini, classe 1993, borsista all’ISSM Mascagni di Livorno e vincitrice, sempre nell’ambito del “Premio Crescendo” 2011, del primo premio assoluto nella sua categoria d’età.
Il programma prevede musiche di G.Rossini (Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra d’archi), J.B.G. Neruda (Concerto in Mib maggiore per tromba e orchestra d’archi), B.Britten (Simple Symphony) e il brano della trentenne compositrice contemporanea Caterina Paoloni dal titolo Per Afrodite.

“Il 2011 non è stato, e non è, un anno facile per la musica e per le arti in generale”, ha commentato Luca Provenzani, direttore artistico della manifestazione insieme a Fabiana Barbini. “E’ un anno di tagli importanti ai finanziamenti in cui portare avanti iniziative culturali non è semplice. E’ una grande soddisfazione vedere il nostro progetto di musica sopravvivere, con la speranza da un lato di poter portare sollievo a chi si trova in un luogo di sofferenza come l’ospedale e dall’altro di poter offrire un contributo significativo all’offerta culturale della città. Ci sentiamo privilegiati, premiati e soprattutto riconoscenti verso chi ha permesso di far proseguire la rassegna di concerti presso gli Spedali Riuniti di Livorno e verso la diocesi che ci offre ospitalità nella Chiesa di San Giuseppe”.

Con la presenza di Irene Marraccini, solista al concerto di inaugurazione, si rinnova la collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P.Mascagni” di Livorno. “E’ un piacere proseguire questa esperienza insieme” – ha commentato il M° Stefano Agostini, direttore dell’ISSM “Mascagni” – “sia per l’opportunità offerta ai nostri allievi di esibirsi in un contesto così stimolante che per l’unicità del luogo in cui si svolgono i concerti, acusticamente adatto ed emotivamente significativo per il fatto di trovarsi all’interno dell’ospedale”.

“La musica torna ad allietare pazienti e operatori dell’ospedale di Livorno – dice Elena Cerini, Resposnsabile del progetto per l’Azienda USL 6 – e torna per il grande successo riscosso nella prima edizione. Di questo dobbiamo ringraziare tutti i soggetti coinvolti perchè se il compito un’Azienda sanitaria è quello di tutelare e promuovere lo “star bene” non si può ignorare quelle cose, come la musica, che migliorano lo stato di salute di ogni donna e di ogni uomo”.

L’iniziativa di concerti, nata come possibilità di svago e conforto per chi si trova ricoverato in ospedale ma rivolta a tutta la cittadinanza, sfrutta la decennale esperienza che l’associazione A.Gi.Mus. ha maturato con stagioni analoghe di musica in ospedale in altre città, come “Careggi in Musica” (attivo a Firenze dal 1999) e “Musica all’Ospedale San Donato di Arezzo” (organizzato dal 2007 con l’associazione Le 7 Note).

Dopo l’inaugurazione, “Musica agli Spedali Riuniti” proseguirà con una serie di 6 concerti da ottobre fino a dicembre. Il 6 novembre sarà la volta del programma di musica sacra “Voci di Preghiera”, con Davide Burani all’arpa e la soprano Paola Sanguineti. Il 13 novembre prenderà invece parte alla rassegna il duo pianistico Taglieri-Genitoni, con un programma con musiche di Mendelssohn, Dvorak e Liszt, seguito il 27 novembre dal Gino Santo alla tromba e Daniela Gentile al pianoforte. Dicembre sarà invece caratterizzato dagli appuntamenti natalizi: il 4 dicembre il coro Springtime eseguirà un programma di canti etnici e gospel, mentre il 18 dicembre l’orchestra AgimusArte e il Coro Harmonia Cantanta eseguiranno Magnificat di Vivaldi, Confitebor tibi Domine di Pergolesi e il concerto op.3 n.11 dall’Estro Armonico di Vivaldi.

Leggi anche

Salute

La musica cura il morbo di Parkinson. Un convegno promosso da Neuro Care

Giovedì 22 febbraio alle ore 18 presso il Poliambulatorio Cosmer (via del Gazometro 14 Livorno) si terrà il Convegno dedicato alla relazione medico scientifica del Progetto StIMA “Stimolazione Immersiva Musicale per l’Anziano”. Il progetto, realizzato dall’associazione NeuroCare Livorno onlus  in collaborazione  con NeuroCare onlus...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi