fbpx

Dimostrazione delle barche-robot per il monitoraggio delle acque, progettate dalla scuola Sant’Anna di Pisa nel laboratorio dello “Scoglio della Regina” di Livorno

img_73

L’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, diretto dal Prof. Paolo Dario, ha organizzato, per sabato 28 gennaio 2012 alle ore 11, una dimostrazione ufficiale del progetto europeo HydroNet.
La presentazione si svolgerà nella Darsena Nuova del porto di Livorno (punto d’incontro Scali Novi Lena).
Il progetto HydroNet è stato coordinato dal Sant’Anna e svolto quasi interamente a Livorno, presso il “Polo di Ricerca delle Tecnologie per il Mare e la Robotica Marina” situato allo Scoglio della Regina.
Questo progetto di ricerca, cofinanziato dalla Comunità Europea e al quale hanno partecipato numerosi Centri di Eccellenza e due aziende toscane, ha realizzato una flotta di piccole barche-robot autonome e boe capaci di monitorare lo stato di salute delle acque costiere e lacustri.
La “missione” è programmata dinamicamente da una stazione di controllo e può essere modificata in qualsiasi momento. Le analisi dell’acqua, prelevabile fino ad una profondità di 50 metri, vengono effettuate in situ e i risultati sono inviati in tempo reale, tramite un ponte radio, alla stazione di controllo.
Le caratteristiche fisiche (salinità, Ph, temperatura, ecc) e chimiche (metalli pesanti, -Hg, Cd, Cr- e idrocarburi in superficie e/o disciolti), rilevate dai sensori miniaturizzati installati sui robot, forniscono informazioni immediate sullo stato delle acque e grazie alla funzionalità di ripetitore dei robot e delle boe, le acque antistanti circa 30km dalla costa possono essere monitorate giornalmente.
Anche la Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno ha contribuito alla riuscita del progetto finanziando un’apparecchiatura fotografica subacquea installata a bordo del catamarano Hydrobot nel 2009.

Leggi anche

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi