Luciano Barsotti è il nuovo presidente dell’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte

presidente_8685

L’avvocato Luciano Barsotti è il nuovo presidente dell’ Associazione Osservatorio dei Mestieri d’arte che opera da anni per la valorizzazione di questo importante comparto della nostra economia.

Barsotti, livornese, succede al professor Giampiero Maracchi, ideatore e ‘anima’ del sodalizio, ed è stato eletto all’unanimità dal cda dell’associazione riunitasi nella sede dell’Ente cassa di Risparmio di Firenze.

“Ringrazio tutti i membri del Consiglio – ha dichiarato il neo presidente – per la fiducia accordatami. Fin dal 2009, quando con il professor Maracchi cominciammo a parlare della possibilità di trasformare il progetto OmA in una vera e propria Associazione e diffondere le sue attività su altri territori italiani per il tramite delle fondazioni bancarie, ho iniziato a partecipare con grande entusiasmo a tutte le iniziative. L’artigianato artistico è un valore culturale da preservare e sostenere, ma può e deve anche rappresentare un traino importante per la crescita dei nostri territori. Tradizione, pregio e eccellenza, ma anche innovazione e soprattutto un riferimento forte alle generazioni più giovani, alla loro crescita professionale e alla loro introduzione nel mondo del lavoro. Insieme all’amico Giampiero Maracchi, che sarà da oggi vicepresidente dell’Associazione, intendiamo proseguire il nostro lavoro di sensibilizzazione delle fondazioni bancarie su questi temi, portare l’esperienza OmA nei loro territori, far crescere un progetto che ha come obiettivo la salvaguardia delle piccole imprese, la crescita giovanile, l’incentivo all’occupazione, la tutela dei valori culturali alla base dei nostri territori”.

 L’associazione è nata nel 2001 come sviluppo di una felice intuizione di Maracchi che, nel 2001, avviò nell’ambito dell’Ente cassa di Risparmio di Firenze, assieme ad un gruppo di studiosi una riflessione sulla necessità di una maggiore valorizzazione dell’ artigianato artistico e del saper fare. Da questa esperienza è scaturito il progetto Osservatorio dei Mestieri d’Arte che, nel 2006, ha lanciato la rivista OmA, i canali web e progetti digitali dedicati ai giovani artigiani e svolge tuttora un prezioso lavoro di supporto agli apprendisti delle botteghe mediante la promozione di tirocini formativi e attraverso la solida rete degli ‘Amici OmA’ che riunisce imprese e maestri che sono riconosciuti per la qualità e la tecnica delle loro lavorazioni.

Questa azione ha oggi un forte impatto nella città di Firenze grazie al solido supporto dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze ed è cresciuta nel tempo originando l’Associazione OmA che attualmente è partecipata da 16 Fondazioni bancarie italiane e collabora su questi temi con le Regioni e con istituzioni nazionali. L’impegno è quello di aiutare a disegnare la nuova figura dell’ artigiano 2.0 nella consapevolezza che la sapienza e la maestria del passato si devono armonizzare con le nuova tecnologia digitale e con un confronto a tutto campo a livello internazionale. Con questo spirito OmA ha sottoscritto la Carta Internazionale dell’Artigianato Artistico condivisa con oltre 50 Istituzioni nazionali e internazionali ed è stata artefice della costituzione di una Commissione per l’Artigianato Artistico all’interno dell’Acri, l’Associazione delle Fondazioni e delle Casse di Risparmio, presieduta fino allo scorso anno dal prof. Maracchi.  ‘’Stiamo assistendo – osserva Maracchi  – ad una radicale trasformazione del ‘mondo’ dell’ artigiano la cui bottega tradizionale deve fare i conti con un mercato internazionale sempre più esigente e veloce. Lo ‘svecchiamento’ del modello tradizionale può avvenire solo attraverso un dialogo privilegiato con il mondo del design e con un utilizzo più mirato dell’innovazione tecnologica’’.

L’Avv. Luciano Barsotti  nasce a Livorno il 14.09.1955. Laureato in Giurisprudenza svolge la professione forense dal 1981 prima principalmente nel campo civile e societario per poi allargare la propria attività al campo del diritto pubblico e amministrativo. Oltre agli impegni forensi e all’ insegnamento in vari corsi e master universitari, dal 2002 ricopre la carica di presidente della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, ora Fondazione Livorno. Consigliere ACRI (Associazione Casse di Risparmio Italiane) e Presidente della Commissione Ambiente in seno della stessa costituita, è Coordinatore della consulta delle fondazioni di origine bancaria della toscana con cui sono stati condivisi e realizzati molteplici  progetti dal settore dell’arte a quello del volontariato e aderendo fin quasi dalle prime battute all’Associazione Osservatorio Mestieri d’Arte consapevole dell’importanza della valorizzazione dell’artigianato artistico e delle potenzialità che lo stesso rappresenta per la conservazione e l’identità del territorio di riferimento.

 

 

Leggi anche

Arte e cultura

I risultati del bando Funder35 edizione 2016

L’Associazione Amici della Musica di Livorno ha vinto il bando nazionale FUnder35 edizione 2016 emesso da Fondazione Livorno e da altre fondazioni di origine bancaria. Sono 72, complessivamente, le imprese culturali selezionate attraverso l’edizione 2016 del bando #Funder35: 57 di loro beneficeranno di un...

FLAC
Visite guidate
Collezione opere d'arte
Biblioteca e archivi